Lago Solare Cervignasco
20.04.22

Aiuto agli insetti impollinatori: un'oasi fiorita nel parco fotovoltaico

6000 metri lineari di essenze seminate all’interno di un parco fotovoltaico per aiutare la biodiversità e l’attività degli insetti prònubi, gli importantissimi insetti impollinatori, di cui fanno parte anche le indispensabili api.

La scorsa settimana, grazie all’interessamento di ISCAT e di eVISO, presso il parco fotovoltaico Lago Solare di Cervignasco (Saluzzo) e l’azienda agricola Bertero (Saluzzo) con la preziosa collaborazione della Azienda Agricola Lovera, sono stati seminati migliaia di metri di essenze (principalmente facelia): si tratta del progetto “Oasi fiorite per la biodiversità” promosso e realizzato da Regione Piemonte in collaborazione con Fondazione Agrion.

“In questo caso la sperimentazione della biodiversità viene fatta all'interno di parchi fotovoltaici a terra – spiega Aldo Brustolon, che ha seguito la concretizzazione del progetto nei due parchi. “L’obiettivo è quello di arricchire gli ambienti agricoli di superfici con fioriture che riescano a garantire un approvvigionamento di alimenti per gli insetti pronubi, indispensabili per l’impollinazione. Iscat ha aderito con il Lago Solare, ed eVISO ha coinvolto l'azienda agricola Bertero, storico cliente, per allargare la sperimentazione”.

Il Progetto

Il progetto riguarda il tema della biodiversità e della salvaguardia dei pronubi, supportando iniziative volte ad arricchire gli ambienti agricoli e urbani di superfici ricche di fioriture che, in periodi diversi dell’anno, riescano a garantire un ottimo approvvigionamento di alimenti per le popolazioni di questi insetti indispensabili per l’impollinazione.

L’impollinazione è uno dei processi chiave nella riproduzione delle piante selvatiche e delle colture che ci garantiscono buona parte degli alimenti di cui ci nutriamo. Ecco perché la salute dei pronubi non interessa solo gli apicoltori, ma anche gli agricoltori. I cambiamenti climatici e altri fattori ambientali stanno mettendo a rischio la sopravvivenza dei pronubi: più del 40% delle specie di invertebrati, in particolare api e farfalle, che garantiscono l’impollinazione, rischiano di scomparire; in particolare in Europa il 9,2% delle specie di api europee sono attualmente minacciate di estinzione.

Il nuovo progetto promosso da Regione Piemonte e Agrion, a cui eVISO e ISCAT hanno aderito, mira dunque a ristrutturare i territori per arricchire le aree urbane e gli ambienti agricoli di spazi fioriti che garantiscano il cibo necessario per la sopravvivenza degli insetti impollinatori, e quindi delle api domestiche e di tutti i loro parenti selvatici: un obiettivo che si sposa in pieno con quelli contenuti nella Agenda ONU 2030.

Maggiori informazioni sul progetto al sito https://www.agrion.it/oasi-fiorite-per-la-biodiversita/, dove è possibile trovare alcuni consigli anche per trasformare il proprio giardino o cortile in una oasi fiorita ospitale per gli insetti impollinatori.

ALCUNE IMMAGINI DELLE GIORNATE DI LAVORO

AZIENDA AGRICOLA BERTERO A FINE LAVORI
 

LA PREPARAZIONE DEL MIX DI SEMENTI
 

MAURO BELLINO ROCI (ISCAT) alla presentazione del progetto in Regione Piemonte

IL MOMENTO DELLA SEMINA PRESSO IL  LAGO SOLARE

 



LA LOCANDINA DEL PROGETTO