Elena Lovera e Mauro Gola
15.06.21

Confidustria CN riconferma la presidenza Gola: tra i vicepresidenti Elena Lovera

La scorsa settimana Mauro Gola è stato riconfermato Presidente di Confindustria Cuneo fino al 2023. Una riconferma unanime da parte delle imprese aderenti a Confindustria Cuneo, che comprende anche la squadra formata dai vicepresidenti.

Tra questi confermata anche Elena Lovera, imprenditrice del settore edile e cliente eVISO, vice presidente ANCE Piemonte e consigliera presso la Camera di Commercio di Cuneo, alla quale abbiamo chiesto di commentare questo nuovo biennio che si apre dopo un anno segnato dalla pandemia.

“Al presidente Gola è stato chiesto di continuare il mandato anche per poter sviluppare il programma che a causa della pandemia ha visto il congelamento di tutte le attività in presenza. Ma oltre alla realizzazione del nostro programma è giunta la necessità di un cambio di passo, perché la pandemia ha creato un altro scenario. Mauro ha accettato la proroga di mandato con la squadra in blocco, e ho accettato: lavorando con imprenditori che hanno percorsi molto importanti, mi sono arricchita come persona e ne ha beneficiato anche il mio modo di lavorare”.

In mezzo alle difficoltà si può trovare qualcosa di positivo per il mondo delle imprese in quello che è accaduto dal 2020 ad oggi?

"Nell'ultimo anno abbiamo avuto una spinta all'innovazione tecnologica, coercitiva da parte della pandemia, che ha obbligato anche chi ne era restio, e volenti o nolenti ci si è dovuti adattare. Anche un paese ancora un po' arretrato da questo punto di vista come l'Italia si è reso conto di aver bisogno di infrastrutture avanzate e competenze tecnologiche. La tecnologia ci ha permesso di rimanere connessi, e siamo riusciti ad andare avanti: ora è necessario capire come queste competenze si possano applicare anche in futuro. Adesso non vediamo l’ora di riprendere le attività in presenza, e con la vaccinazione rispetto a questo inverno abbiamo fatto passi da gigante."

Quale messaggio si può lanciare a chi ha un'attività e si trova a dover ripartire?

"Venendo dal settore dell'edilizia, la crisi non mi ha spaventato molto, perché ne avevamo vissuta di recente un'altra. Per questo voglio incoraggiare chi sta vivendo un momento difficile: ricordatevi di tenere la barra dritta, perché dopo un periodo ne viene un altro. In edilizia abbiamo attraversato anni durissimi, ma ora la gente ha riscoperto il valore della casa, di infrastrutture che colleghino i territori e che siano sicure. Per cui esorto all’ottimismo anche i settori che oggi a causa della pandemia sono stati colpiti in maniera pesante, ricordando che c’è sempre una via d’uscita e non dobbiamo rimanere fermi, ma scoprire nuove soluzioni. Per citare Darwin “Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento” e la nostra associazione deve aiutare ad adattarsi al cambiamento.

Essere saluzzese incide nelle sue attività in Confindustria?

“Certo, non voglio tralasciare l’aspetto territoriale, ed essendo campanilista cerco di spingere molto per Saluzzo: in questo momento sto cercando di coinvolgere più possibile le imprese che fanno capo a Confindustria a convergere su “Saluzzo Monviso 2024”, la candidatura a Capitale italiana della Cultura (progetto sostenuto anche da eVISO, ndr), e mi sto occupando parecchio di questo tema”.

Concludendo un pensiero per chi ancora non lavora o sta cercando di entrare nel mondo del lavoro: i giovani, anche loro toccati da questo anno di pandemia…

"Ai giovani voglio rivolgere l’esortazione di non arrendersi alla logica del reddito di cittadinanza. In provincia di Cuneo per fortuna abbiamo un tasso di disoccupazione bassissimo rispetto al resto d'Italia, ma esorto i giovani a darsi da fare il più possibile per trasformare i sogni lavorativi in realtà. Non arrendetevi alla logica del rimanere a casa, ma datevi da fare, inviate curriculum e aggiornate la formazione in base alle richieste del mercato, perché oggi c’è una richiesta pazzesca per lavori in cui i giovani sono forti, come quelli legati alla tecnologia."

La squadra completa che lavorerà con il presidente Mauro Gola in Confindustria Cuneo fino al 2023 comprende anche i vice presidenti Pierpaolo Carini, Roberta Ceretto, Marco Costamagna, Amilcare Merlo, Giuseppe Miroglio, Roberto Rolfo e Bartolomeo Salomone.