News dai mercati energetici eVISO
17.05.21

Il prezzo dell’energia crolla sul mercato SARD (Sardegna)

Ad aprile vi avevamo raccontato di come i prezzi dell’energia elettrica sui mercati europei avessero subito un crollo, fino a registrare il segno meno, il Lunedì dell’Angelo (5 aprile).

La scorsa settimana è successo qualcosa di analogo anche in Italia, precisamente nel mercato SARD (Sardegna), nelle giornate di mercoledì 12 e giovedì 13 maggio, in cui il prezzo dell’energia è sceso fino a toccare lo 0.

Le cause

Considerando che questo fenomeno si è verificato più frequentemente nelle ore centrali della giornata, il principale indiziato è un probabile surplus di produzione di energia da fonti rinnovabili.

Nel grafico sotto, elaborato e ripreso dal Gestore dei Mercati Energetici (GME), si può notare come le due curve della domanda (arancione) e offerta (verde) risultino particolarmente schiacciate, incontrandosi in corrispondenza del valore 0 e determinando dunque un prezzo equivalente a 0 € al MWh.

 

Gli scenari futuri

Con l’avvento, previsto per settembre 2021, dei mercati XBID, ovvero dei mercati a contrattazione continua (a cui eVISO si sta preparando, come abbiamo raccontato qui) un effetto simile potrà modificare le curve fino a portare i prezzi in negativo. Una possibilità non ammessa nel contesto degli attuali mercati discreti, in cui i diversi operatori acquistano per il giorno seguente l’energia necessaria a soddisfare il fabbisogno dei propri clienti, presentando offerte fino a un limite massimo giornaliero per ciascuna zona in cui sono suddivisi (per sapere di più sull’argomento, clicca qui).

Il risultato sarà, come già successo nei paesi europei dove questi mercati a contrattazione continua sono già operativi, quello di essere addirittura pagati per acquistare l’energia in eccesso.