adeguamento normativo IVA
15.01.19

IVA al 22% per le parti comuni dei condomìni

A far data dal mese di gennaio 2019, eVISO ha recepito quanto contenuto nella "Risposta n.3 / 2018 dell'Agenzia delle Entrate" riguardo l'applicazione dell'Iva per le parti comuni dei Condomini. 

IVA AL 22% PER LE PARTI COMUNI DEI CONDOMINI

Interpellata da un'associazione in merito all'applicazione dell'IVA agevolata al 10% per le parti comuni dei condomini (illuminazione comune, cancello elettrico, impianto citofonico, ascensori, ecc.) l'Agenzia delle Entrate ha risposto che:

ai sensi della circolare 23 novembre 1998, n. 273/E "l'uso domestico non si realizza con la destinazione ad ambienti diversi da quelli familiari", ritenendo che "alla fornitura di energia elettrica necessaria per il funzionamento delle parti comuni dei condomini debba essere applicata l’aliquota ordinaria sull’intera fornitura" vale a dire l'aliquota del 22%.

Per l 'AdE "La fornitura di energia elettrica necessaria per il funzionamento delle parti comuni dei condomini, pertanto, non soddisfa il requisito dell’uso domestico, in quanto è finalizzata ad essere impiegata esclusivamente in luoghi diversi dall’abitazione".

Il testo integrale della risposta dell'Agenzia delle Entrate è disponibile CLICCANDO SU QUESTO LINK

A partire da febbraio 2019 i corrispettivi IVA in bolletta saranno adeguati alla normativa per tutti i contatori di utenze condominiali comuni, scale, ascensori, cancelli, impianti citofonici ecc.