eVISO-emissioni-zero
13.02.20

Lavorare a emissioni zero: ecco come facciamo

Secondo l’Agenzia Ambientale Europea (EEA) l’inquinamento atmosferico continua ad avere un impatto rilevante sulla salute di tutta la popolazione europea, in particolar modo per i cittadini delle principali aree urbane (Air quality in Europe 2019. EEA). Ai problemi legati alla salute si aggiungono quelli connessi all’ambiente: i cambiamenti climatici sono ormai evidenti sotto decine di punti di vista, e solo con un’azione sinergica di tutti sarà possibile tornare a dare respiro al nostro pianeta.

Nell’ottica di lavorare ogni giorno per avere un impatto positivo sul mondo, eVISO cerca da sempre di favorire la sostenibilità ambientale adottando comportamenti e procedure destinati a minimizzare il più possibile le emissioni inquinanti e la produzione di rifiuti.

Ci muoviamo in auto, a emissioni zero

Le nostre attività quotidiane implicano frequenti spostamenti sul territorio con auto e furgoni della flotta aziendale eVISO:  le emissioni di CO2 sono quindi inevitabili. Per ridurre il nostro impatto abbiamo adottato una soluzione: monitoriamo mensilmente i chilometri percorsi dai nostri mezzi, calcolando poi l’equivalente quantità di CO2 emessa in atmosfera. Annualmente acquistiamo sul mercato energetico delle certificazioni di Garanzia d’origine di quantità pari a quella necessaria per coprire le nostre emissioni dell’anno precedente.

Nel 2019 le auto della nostra flotta hanno percorso 241.034 km, emettendo in atmosfera circa 23.700 kg di CO2. Nel mese di gennaio abbiamo comprato una quantità di GO capace di neutralizzarle completamente, portando questo valore a zero.

Rifiuti ridotti del 50%

Anche i rifiuti costituiscono un problema per l’ambiente. Per garantire il massimo contenimento, ogni dipendente e collaboratore eVISO presta la massima attenzione nel differenziare correttamente ogni scarto non riutilizzabile e nel limitare il più possibile l’immondizia di tipo “indifferenziato”.

Inoltre, monitoriamo settimanalmente la quantità di rifiuti prodotta, in modo da poter analizzare le sue variazioni nel tempo e individuare come ridurla.

Grazie a questa analisi, la scorsa estate abbiamo notato che bicchieri e cucchiaini della macchina del caffè rappresentavano gran parte della plastica prodotta come rifiuto dai nostri uffici. Così, tramite un accordo con la società di gestione dei distributori automatici, e una volta sentito il Consorzio di zona che si occupa dello smaltimento riufiuti e della raccolta differenziata, abbiamo richiesto la totale sostituzione dei bicchieri e dei cucchiaini con modelli biodegradabili, riducendo del 50% i volumi di plastica.

Siamo energia, per avere un impatto sul mondo

Se avrete occasione di visitare i nostri uffici, troverete sulle scrivanie dei nostri collaboratori borracce di alluminio o vetro di ogni tipo, segno della sensibilità personale di ciascuno verso la riduzione dei rifiuti.

Spesso sono sufficienti piccoli accorgimenti per rispettare l’ambiente… e avere un impatto sul mondo.