Katia Priotti eVISO
14.09.20

New entry nel team Amministrazione e Contabilità: Katia Priotti

In questi mesi la nostra squadra è cresciuta: è quindi tempo di riprendere le nostre interviste alle nuove risorse eVISO. Oggi conosciamo da vicino Katia Priotti, new entry del team Amministrazione e Contabilità.

Quale percorso universitario e lavorativo hai fatto prima di entrare in eVISO?

Sono entrata nel mondo del lavoro subito dopo il diploma, perché ho avuto l’occasione di essere assunta in una ditta di Cavour, dove allora vivevo. Nel 2003 ho iniziato a lavorare nelle società edili di famiglia del mio ex marito, dove ho gestito tutta la parte amministrativa dell’ufficio e le varie fasi della contabilità. A seguito di cambiamenti importanti nella mia vita personale, ho deciso di rimettermi in gioco in modo radicale anche sul lavoro, proponendo il mio curriculum...ed eccomi in eVISO! La laurea è però rimasta un sogno e ho intenzione prima o poi di iscrivermi a qualche università online per conseguire almeno quella breve.

Sei soddisfatta dell’azienda e dell’ambiente di lavoro?

Sì, decisamente. eVISO è un’azienda solida, in crescita, fondata su valori importanti e da cui ho la possibilità di imparare davvero molto, e questo è stimolante. L’ambiente è giovane, composto da persone solari, determinate, con tanta voglia di fare e molto preparate. Per questo posso dire di essere molto soddisfatta.

Quali sono le tue passioni al di fuori dell’ufficio?

Il nuoto per me non è una semplice passione ma uno stile di vita mio e dei miei figli, che però a differenza mia lo praticano a livello agonistico. Il mio gruppo è un po’ una grande famiglia: siamo passati dallo sci d’acqua al lago alla Traversata dello Stretto di Messina, un grande traguardo che ho raggiunto anche con mio figlio l'anno scorso. Mi piace anche leggere e amavo correre finchè lo facevo con mio padre; ora, nel tempo libero, se non nuoto vado a camminare in montagna. Infine ho comprato da poco una bici da corsa.

eVISO da marzo è operativa in smart working. Come vivi questa modalità di lavoro?

È stata ed è un'esperienza positiva, perché, a differenza di tante persone che durante il lockdown o non hanno lavorato o non hanno potuto seguire i figli, ho avuto la possibilità di farlo anche lavorando. In realtà pensavo che fosse complicato tenere la contabilità a distanza, ma grazie alla tecnologia eVISO il lavoro è stato svolto da tutti con grande funzionalità e, tolto il cartaceo, proprio come in ufficio.

Per contro, essendo entrata in eVISO il 20 gennaio e avendo iniziato da marzo a lavorare in smart working, per poi tornare in ufficio solo a luglio, il mio inserimento è stato un po' meno facile del previsto: Skype è stato uno strumento fondamentale, ma è mancata molto la componente umana.