Paolo Borlengo nella sua postazione
18.06.19

Nuova energia per il team di Supporto tecnico

La tecnologia dei sensori di monitoraggio eVISO richiede l’investimento costante di nuove risorse per rendere il servizio sempre migliore e soddisfare le esigenze dei clienti che, periodicamente, ricevono delle visite di cortesia da parte del nostro team di Ingegneri del Supporto Tecnico.
Cresce il numero di imprese che decidono di trasformarsi in un’impresa 4.0, avvalendosi dei sensori eVISO, crescono le risorse a disposizione per fornire il supporto necessario e i preziosi consigli di efficientamento ai clienti.
Per questo da qualche settimana è entrato a far parte della squadra eVISO l’Ing. Paolo Borlengo, 25enne di Piobesi Torinese.

Paolo fa parte dell’ufficio tecnico post-vendita insieme all’Ing. Brignone e l’Ing. Ghigo, con cui si occupa della gestione dei dati registrati dai sensori di monitoraggio installati e delle relazioni con i relativi clienti, oltre che della risoluzione di problemi tecnici.

 

ESPERIENZA E STUDI NEL SETTORE ENERGETICO

«Lo scorso dicembre, al Politecnico di Torino, ho conseguito la Laurea Magistrale in “Ingegneria energetica e nucleare con indirizzo innovazione nella produzione di energia”. Mi sono affacciato al mondo del lavoro circa un anno fa, iniziando a collaborare con uno studio di ingegneria torinese. Mi occupavo di simulazione energetica di edifici, per la redazione di diagnosi e la relativa certificazione di prestazione energetica».

 

SEI SODDISFATTO DELLA SCELTA DI EVISO?

«La scelta di questa azienda, l’ho fatta innanzitutto perché si occupa di energia, ambito dei miei studi. L’opportunità di lavoro che offriva era molto interessante e con buone prospettive di crescita, così ho deciso di candidarmi» aggiunge Paolo

«Per il momento sono molto contento per l’ambiente accogliente e piacevole che ho trovato; i colleghi sono sempre disponibili e cordiali e ogni giorno c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare».

 

UNO SPORTIVO PROVETTO

Fuori dall’ufficio Paolo ama gli sport all’aria aperta, in particolare in montagna dove abitualmente pratica scialpinismo, alpinismo e arrampicata.