16.09.19

Supporto Tecnico eVISO - Presse idrauliche: picchi elevati

I sensori di monitoraggio eVISO hanno numerose applicazioni e permettono di misurare non solo i consumi globali dell’azienda, ma anche una singola linea di consumo o uno specifico macchinario.

 

SENSORI DI MONITORAGGIO: STRUMENTI POLIEDRICI

Oggi vi raccontiamo il caso di un’azienda cliente eVISO nel settore dello stampaggio di materie plastiche: l’impresa ha acquistato più sensori e dunque, oltre al monitoraggio globale dell’intera struttura, ha la possibilità di installare i sensori sul quadro elettrico a servizio di una determinata linea di produzione, o a monte di uno specifico macchinario, al fine di quantificare esattamente i dati di consumo e, dunque, i costi di esercizio dettagliati.

 

MONITORAGGIO DI UNA MACCHINA PARTICOLARE

Il titolare ci ha contattati proprio per verificare l’impatto energetico di una pressa, così una volta posizionato il sensore e verificato il corretto funzionamento e invio dei dati, ci siamo accordati con il cliente sull’ora di inizio del test. La prova del macchinario è durata tutta la giornata e i dati registrati dal sensore sono stati inviati al nostro database. Al termine del test abbiamo realizzato un report con i dati di potenza e energia assorbita dalla pressa in questione e fissato un appuntamento con il cliente per illustrare le misurazioni effettuate.

 

I RISULTATI

Dai valori registrati, come si può vedere nel grafico qui sotto, il macchinario produce un elevato picco iniziale che può incidere in maniera rilevante sui costi in bolletta.

 

Il report ha dimostrato che la pressa in questione è una macchina molto energivora, ma l’azienda potrà ora utilizzarla in maniera più consapevole e in opportuni momenti della giornata lavorativa, evitando per quanto possibile sovrapposizioni con altri macchinari, e cercando di sfruttare le fasce orarie in cui l’energia costa meno.