difendersi dalle truffe del settore energetico
15.07.19

Truffe: attenzione alle false telefonate a nome eVISO

"Ciao, oggi ci ha chiamato il nostro cliente Azienda Agricola *********** " per comunicare che è stato contattato dal seguente numero di telefono 329/93608**, che si è finto dipendente eViso, per proporgli una nuova offerta, in quanto quella attuale non sarebbe abbastanza vantaggiosa"

Succede con una certa frequenza che i clienti ci avvisino di essere stati contattati da persone che si spacciano per nostri collaboratori; in questo caso il numero di cellulare risulta segnalato più volte sul web per essere un potenziale truffatore, che si spaccia per vari operatori a seconda della convenienza.

Per fortuna il modo di lavorare dei consulenti e dello staff eVISO è ampiamente riconoscibile, e clienti sanno bene chi è il loro consulente dedicato. Anche se questo cambiasse sarebbe la stessa azienda a comunicarlo per vie ufficiali.
Anche quando eVISO propone offerte a potenziali clienti si presenta in modo ufficiale e riconoscibile, con auto aziendale o comunque materiale che identifica univocamente l'azienda, senza timore di brutte sorprese.

Ma perchè il mondo dell'energia è così soggetto a tentativi di truffe o raggiri? Per rispondere è necessario fare un piccolo passo indietro e inquadrare il Sistema nel suo stato attuale

MERCATO LIBERO E FINE DEL MERCATO TUTELATO

La fine del Mercato Tutelato dell'Energia Elettrica, che segnerà il passaggio alla totale liberalizzazione del settore in Italia, è un passaggio che riguarda milioni di italiani e centinaia di fornitori di energia.

La maggior parte degli oltre 600 operatori italiani (esatto, sono oltre 600!) si comporta correttamente, proponendo la propria offerta commerciale e lasciando libero il cliente di scegliere.

Vi è poi una seconda categoria di operatori che aggiunge qualche metodo a dir poco creativo per accaparrarsi nuovi clienti, giocando spesso sulla complessità del sistema energetico, proponendo false promesse di risparmio e informazioni non corrette, al fine di convincere gli indecisi a cambiare.
In questo caso informarsi e conoscere la materia un po' più approfonditamente, può essere un buon modo per evitare di cadere nella mani sbagliate.

La terza categoria, la più pericolosa, raggruppa quegli operatori che in proprio o tramite terzi, utilizzano mezzi al limite o al di là della legalità per far firmare un nuovo contratto.
Che questo avvenga telefonicamente o di persona poco cambia: le regole sempre crescenti per tutelare il consumatore finale, si limitano a rincorrere le nuove invenzioni dei venditori poco onesti, che purtroppo a volte agiscono anche per "grandi marchi" dell'energia, che si affidano in maniera improvvida a venditori privi di scrupoli. Per questo alcune compagnie in passato hanno ricevuto pesanti sanzioni dall'autorità

eVISO, come tutti i fornitori onesti e trasparenti, subisce i danni derivanti da comportamenti scorretti, e non può fare altro che mettere in guardia i propri clienti (presenti e futuri) sui comportamenti più tipici di chi cerca di raggirare gli utenti.

Ecco una selezione delle segnalazioni che più spesso ci arrivano.

TELEFONATE

Molte volte call center italiani o stranieri cercano di ottenere attenzione spacciandosi per "il vostro fornitore" o per il più noto ed ex monopolista ENEL, giocando sulla notorietà del marchio soprattutto tra le persone più adulte.
Alcune volte possono essere già in possesso dei vostri dati anagrafici, ottenuti tramite vecchi contratti o altre vie.

L'obiettivo è quello di ottenere un "Sì" per completare il passaggio di fornitura, previa acquisizione di dati sensibili quali il POD, necessario per effettuare il cambio fornitura, o altri dati personali.
Tra le argomentazioni più diffuse la scusa di un controllo della bolletta:

  • "Lei sta pagando troppo"
    ATTENZIONE: le tariffe possono variare da contratto a contratto, ma se non sono i tuoi fornitori non possono sapere quanto stai pagando.
  • "Sono il suo fornitore, devo cambiarle contratto".
    ATTENZIONE: gli operatori eVISO si presentano sempre per nome e se avete un dubbio richiamate direttamente i nostri uffici al 0175-44648 per verifica
  • "Il suo operatore le aumenterà la bolletta" 
    ATTENZIONE: fino ad oggi i prezzi del Mercato Tutelato sono sempre stati variabili, con cambio ogni trimestre a seconda del costo dell'energia sul mercato.
  • "Con noi pagherà meno tasse"
    ATTENZIONE: le tasse sono uguali per tutti indipendentemente dalle tariffe e dall'operatore. Se aumentano per uno, aumentano per tutti.
  • "Dobbiamo restituire dei soldi, mi dica il codice POD"
    ATTENZIONE: il vostro fornitore conosce il vostro POD , non ha bisogno di chiedervelo.

VISITE DA VENDITORI

Anche le "visite domiciliari" possono rivelarsi spiacevoli, con frotte di venditori non così facilmente identificabili (purtroppo si conoscono casi di tesserini falsificati o recanti loghi di operatori non rappresentati realmente dai venditori) che a volte arrivano anche a chiedere indebitamente denaro contante.

  • "Dobbiamo controllare il contatore di casa"
    ATTENZIONE: gli unici interventi sul contatore li fa il Distributore di zona, non il fornitore. L'accesso al contatore consente di ricavare il codice POD; e unito a una "Firma per avvenuto controllo" può nascondere un tentativo di truffa.
  • "Dobbiamo fare la lettura del contatore"
    ATTENZIONE: di norma le letture sono trasmesse in automatico. In caso di guasti o anomalie potrebbe rendersi necessario un controllo. Verificate che si tratti del Distributore o persone realmente autorizzate.
  • "Se non firma / se non mi fa entrare le toglieranno la corrente".
    ATTENZIONE il distacco di corrente può essere fatto solo in caso di morosità ripetuta, dopo avvisi a norma di legge con raccomandate o PEC. Se avete sempre pagato è impossibile che questo avvenga.

In generale gli addetti che vengono frenati, dimostrano senza problemi chi sono, senza diventare aggressivi o minacciosi. Se ciò avviene si rischia di essere davanti a un venditore mordi e fuggi, che cerca di chiudere il maggior numero di contratti volanti, e che forse non vedrete mai più.
Prendetevi tempo per verificare nome, sito, offerte dell'operatore che vi propongono. 

Le nuove normative disponibili sul sito dell'AUTORITA' ARERA prevedono che per i contratti firmati fuori sede, il cliente debba essere avvisato con una comunicazione scritta o con una telefonata, specificando molto chiaramente i DIRITTI DEI CONSUMATORI

SE SIETE CLIENTI EVISO NON ESITATE A CHIAMARCI PER OGNI DUBBIO: ABBIAMO GIA' EVITATO DIVERSI TENTATIVI DI TRUFFA AI DANNI DI NOSTRI CLIENTI!

I NOSTRI VENDITORI SONO RICONOSCIBILI E OPERANO IN MANIERA TRASPARENTE.


* a cura di Marco Jorio
Ufficio Comunicazione eVISO